“Buon appetito”. Una mostra interattiva sull’alimentazione

“Buon appetito. L’alimentazione in tutti i sensi” è una interessante e divertente mostra attualmente allestita al Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci di Milano, fino al 24 giugno 2012.

Si tratta di un’esposizione abbastanza rara in Italia, dove il soggetto della mostra è affrontato con serietà scientifica ma declinato in modo piacevole e partecipativo, “interattivo” specificano gli organizzatori. La mostra è esplicitamente rivolata a un pubblico scolare, perciò strutturato su giochi e partecipazione, ma affronta temi che anche per buona parte degli adulti sono ignoti.

(Rimane un problema tutto italiano, di rigidità accademica, che solo per i bambini le mostre vengano declinate in modo piacevole, mentre si presuppone che serietà, noiosità e rigidità siano modalità consone agli adulti. Ma questo è un altro discorso).

La mostra è raggruppata in cinque temi (“Perché mangiamo?”, “Un piatto su misura”, “Inchiesta sul cibo”, “Il cibo degli altri”, “Un appetito consapevole”) e affronta temi scientifici come i processi digestivi, il metabolismo e la filiera produttiva, accanto ad altri specificatamente culturali e di costume come il consumo consapevole e, interessante per questo blog, la percezione della cucina, della gastronomia e del gusto in diversi paesi del mondo. Ai visitatori vengono suggerite informazioni per relativizzare le tradizioni e legare il sapore alle culture di appartenenza, smontando eventuali gerarchie di valore.

gioco! Nella corsa i piatti più grassi sono più faticosi…

La mostra è organizzata da alcuni musei europei tra cui quello milanese, ma secondo notizie non ufficiali si tratta di un “format” esterno adattato alla realtà italiana con la semplice traduzione dei testi.

Unico aspetto negativo, e non di secondo piano, il finanziatamento della Nestlè. È impossibile per i musei reperire i fondi per un’iniziativa di questo tipo (con i biglietti non raggiungeranno mai il pareggio) e la multinazionale svizzera è evidentemente alla ricerca di una verginità d’immagine, ma la presenza dei suoi loghi e delle schede dei suoi prodotti (pizza surgelata e cose simili) è veramente stridente con tutto il percorso.

le diverse cucine nel mondo

da che area geografica?

Ultima pecca il costo: 3,00 € più il biglietto del museo (10,00 €, ridotto a 7,00 €) diventa una cifra di tutto rispetto, rendono l’accesso veramente oneroso soprattutto per una famiglia.

Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci, Via S.Vittore 21 Milano

dal 16 ottobre 2011 al 24 giugno 2012, Martedì – Venerdì 9.30 – 17.00; Sabato e festivi 9.30 – 18.30

il dazio da pagare ai finanziatori della mostra

About Andrea Perin

Architetto museografo, cultore della cucina per passione
This entry was posted in segnalazioni e recensioni. Bookmark the permalink.

Lascia un commento