cucina italiana e cinese

Questa
è l’insegna di una trattoria in periferia a Milano, in via
Gallarate. Passavo e non ho resistito alla tentazione di scattare una
foto.
Non sono entrato perché era ancora chiuso,
ma nonostante le mie fantasie non credo che questo loclae abbia una
cucina italo-cinese, bensì appunto italiana e cinese.

Sono ormai molti gli esercizi rilevati
da cinesi, sia bar sia trattorie e pizzerie, che offrono normalmente
cucina italiana oltre che cinese: probabilmente sono frutto di
un’espansione economica e forse anche di una contrazione del mercato
dei ristoranti cinese (non credo a causa delle minacce della Lega,
quanto delle paure dell’influenza aviaria, etc.).

L’accostamento delle due cucine credo
risponda al semplice tentativo di ampliare la clientela: in effetti
sono pochissimi i casi di meticciato tra le due tradizioni, e i
cinesi sono ancora più attaccati degli italiani ai propri
gusti e abitudini. Sono giusto riuscito ad avere un’intervista a Yuan
sul libro e per il blog Pietro mi ha mandato una sua ricetta ispirata
alla cucina cinese (Spaghettoni alla cinese).

Parlare poi di cucina cinese a Milano e
in Italia significa in realtà considerare una realtà
dove l’fferta è ormai standardizzata sui gusti e le
aspettative dei consumatori italiani, e il più delle volte è
lontanissima dalla vastità e dalla varietà della cucina
del Celeste Impero.

Esiste un tentativo di pochi anni fa di incontro tra le
due tradizioni: il progetto "CROSSROADS – where lombard tradition
meets chinese taste", promosso da Regione Lombardia, Unioncamere
Lombardia e Consorzio per la Tutela del Formaggio Grana Padano, con
il coordinamento di Chinapartners. Si tratta di un’iniziativa
decisamente artificiale e dichiaratamente commerciale per la
promozione dei prodotti lombardi, con una equipe di otto cuochi
cinese coordinati da uno italiano, che ha prodotto venti ricette. Sono piatti frutto di quella che viene definita cucina fusion, invenzione di
professionisti insomma, ben diversa dal naturale incontro della
quotidianità culinaria. In ogni caso le ricette sono curiose,
ma il sito è fermo almeno da qualche anno, e la sensazione è
che il progetto non sia andato oltre la fase iniziale.

http://www.italia-crossroads.com

About Andrea Perin

Architetto museografo, cultore della cucina per passione
This entry was posted in segnalazioni e recensioni. Bookmark the permalink.

1 Response to cucina italiana e cinese

  1. nto says:

    ciao
    nel 1996 nel quartiere di casalbertone andavamo dal cinese a comprare la pizza. lo facevamo perché costava la metà.

    anche qui in portogallo ho visto insegne con scritto cucina portoghese e cinese

Lascia un commento