Risotto alla belga (con l’indivia)

Ho conosciuto Caroline a Genova, durante la presentazione del libro. Lei, belga, mi aveva promesso delle ricette che attendevo golosamente da quel giorno. Vi propongo la prima, sfiziosa: e poi, finalmente, non si tratta di pasta ma di risotto, altra pietanza assai disponibile alle contaminazioni.

Le altre a settembre (pausa estiva…).

Ecco la mia ricetta scorretta belgo-italiana: risotto alla belga.
Non metto quantità precise, perché io cucino sempre ad occhio, e poi ognuno
si può regolare in base al numero di ospiti….

Gli ingredienti sono: scalogno, indivia belga, riso per risotto,brodo vegetale(io lo faccio con aromi e verdure, non uso i dadi….), vino bianco.

Tagliare fine lo
scalogno (quantità a secondo dei gusti), tagliare fine l’indivia
belga levando le foglie esterne e il pezzo duro; fare rosolare in
padella con un po di oglio. Dopo cinque minuti, aggiungere il riso
crudo e mescolare. Bagnare con il vino bianco. Aggiungere man mano il brodo, come per tutti i risotti, fino a quando il riso è cotto.
A secondo dei gusti, si può aggiungere anche verso la fine un po di pepe nero. Servire con parmigiano.
Il gusto ricorda un po il risotto al radicchio, ed è un piatto che i miei amici italiani apprezzano sempre……

Caroline


About Andrea Perin

Architetto museografo, cultore della cucina per passione
This entry was posted in ricette (scorrette) and tagged , . Bookmark the permalink.

Lascia un commento