Spaghetti tonno, soia e…

 

Ho conosciuto Tadao a una cena
siciliana che Daniele (complimenti Daniele) preparò per un
gruppetto di amiche e amici qualche settimana fa. E così, tra
arancini e riso al nero di seppia e in attesa di una cassata al forno
(una bomba!), la chiacchiera è scivolata sulla cucina
meticcia.

Tadao ha raccontato di spaghetti con
uova di merluzzo e burro che si fanno in Giappone, ma le uova di
merluzzo sono un po’ introvabili in Italia e così ha
proseguito con la ricetta di un’altra pasta, più veloce e con
ingredienti rimediabili. Precisando che nessun italiano ha mai voluto
assaggiarla, tutti colpiti da ribrezzo alla sola vista della
preparazione del condimento: tonno, salsa di soia e maionese.

Devo dire che anch’io nutrivo qualche
riserva sulla presenza della maionese, ma visto che ne volevo parlare
a JallaJalla su Radio Popolare ho deciso di provare. Da solo, visto
che tutti tutti (morosa, amici, amiche, parenti) si sono rifiutati.
Per 150 g di pasta ho mescolato una scatoletta di tonno (naturale),
un cucchiaio di salsa di soia e un cucchiaio di maionese (uno stupido
tubetto industriale, che butterò via quanto prima perché
non uso) e naturalmente un goccio d’olio.

Beh, devo dire che alla fine l’ho
mangiata di gusto. Gli amici sostengono che ormai ho perso ogni senso
del gusto. Può darsi, però meglio provare…

 

 

About Andrea Perin

Architetto museografo, cultore della cucina per passione
This entry was posted in ricette (scorrette) and tagged , , . Bookmark the permalink.

Lascia un commento